NUOVO RECORD MONDIALE CWT

L'ATLETA SALVIMAR SUL TETTO DEL MONDO

  

Davide carrera ha stabilito qualche settimana fa a Santa Marina Salina, nelle isole Eolie, il primato mondiale di apnea in assetto costante (CWT – CMAS) raggiungendo la profondità di 94 metri.

In soli 2 minuti e 43 secondi è sceso con il solo ausilio della monopinna alla succitata quota ed ha riguadagnato la superficie nel rispetto del severo protocollo CMAS. Una notevole prova dell’atleta, sponsorizzato dalla salvimar, che infrange il record  stabilito nel 2012 da homar leuci a -93mt.

 

 

 

Le diverse discipline dell’apnea sono regolamentate da due organismi internazionali AIDA e CMAS che forniscono diverse indicazioni per la convalida dei record. Di seguito un breve riepilogo delle principali differenze per meglio comprendere l’eccezionalità di questa specifica performance di Davide Carrera:

 

AIDA     CMAS    
ASSETTO COSTANTE CON LE PINNE (CWT) ASSETTO COSTANTE CON LE PINNE (CWT)
l’apneista nel proprio tentativo discende e risale cercando di raggiungere la profondità prefissata, usando pinne/monopinna e/o le proprie braccia, mentre ogni altro tipo di propulsione è proibito. l’apneista nel proprio tentativo discende e risale cercando di raggiungere la profondità prefissata, usando solo pinne/monopinna. Ogni altro tipo di propulsione è proibito, compreso toccare il cavo.

PROTOCOLLO DI SUPERFICIE

PROTOCOLLO DI SUPERFICIE

1) Rimuovere TUTTO l’equipaggiamento facciale (maschera, occhialini e stringi-naso).

2) Dare 1 visibile segnale di “OK” al giudice.

3) Dare 1 “OK” verbale al giudice dicendo : "I'm OK" or "I am OK".

Tutti i termini detti devono essere fatti IN QUESTO SPECIFICO ORDINE entro 15 secondi dopo il ritorno in superfici

Alla fine della prova, tornato in superficie, l’atleta, dopo il conteggio fino a cinque (5) secondi (1, 2, 3, 4, 5), deve toccare la testa del Giudice di superficie, a convalida della prova, nel secondo conteggio di cinque (5) secondi (4, 3, 2, 1, 0). Durante i successivi quindici (15) secondi, l’atleta deve rimanere in posizione di galleggiamento senza necessità di aiuto.

 

Ecco di seguito un riepilogo delle discipline con le abbreviazioni internazionali:

•STATICA (STA): l’apneista trattiene il proprio respiro quanto più lungamente possibile con le sue vie respiratorie sommerse nell’acqua.
•DINAMICA SENZA PINNE (DNF): l’apneista nuota completamente sommerso tentando di coprire la più lunga distanza possibile, ogni strumento propulsivo è vietato.
•DINAMICA CON LE PINNE (DYN): l’apneista nuota completamente sommerso tentando di coprire la più lunga distanza possibile, ogni strumento propulsivo eccetto pinne/monopinna sono proibiti.
•ASSETTO COSTANTE SENZA PINNE (CNF): l’apneista nel proprio tentativo discende e risale cercando di raggiungere la profondità prefissata, usando esclusivamente le proprie braccia e gambe, ogni strumento propulsivo e/o tirarsi lungo il cavo sono vietati.
•ASSETTO COSTANTE CON LE PINNE (CWT): l’apneista nel proprio tentativo discende e risale cercando di raggiungere la profondità prefissata, usando pinne/monopinna.
•IMMERSIONE LIBERA (FIM): l’apneista nel proprio tentativo discende e risale cercando di raggiungere la profondità prefissata tirandosi lungo il cavo, ogni altro tipo di propulsione è proibito.
•ASSETTO VARIABILE (VWT): l’apneista nel proprio tentativo di raggiungere la profondità prefissata discende con l’aiuto di un peso assistito (slitta) e risale usando esclusivamente la forza dei suoi muscoli, solo la propulsione derivante dalle pinne/monopinna e/o tirandosi lungo il cavo è permessa.
•NO LIMITS (NLT): l’apneista nel proprio tentativo discende e risale cercando di raggiungere la profondità prefissata con l’aiuto di un peso assistito (slitta) e risale con il metodo che sceglie.(ad esempio: pallone, sistema del contrappeso, assetto).

 

 

Joomla visitor tracking and live stats