PATHOS LASER OPEN CARBON ROLLER 82

ECCELLENTE LEGGEREZZA, SORPRENDENTE PRECISIONE

 

 

Qualche mese fa abbiamo scritto un’entusiastica recensione dello sniper roller della pathos manifestando tutto il nostro apprezzamento per questo prodotto che reputiamo essere senza ombra di dubbio la migliore arma di tipo industriale che abbiamo ricevuto in sede in quasi 10 anni di test.

Abbiamo notato che alcune tra le principali caratteristiche dello sniper roller si riflettevano in un altro prodotto del catalogo pathos e pertanto abbiamo chiesto a Giacomo Demola d’intraprendere un test del LASER OPEN CARBON ROLLER.

Si tratta di un prodotto diverso seppur a primo acchito possa apparire come una declinazione dell’ormai noto Sniper Roller. Non ci è dato sapere in effetti quale dei due fucili sia nato prima tuttavia di seguito vi proponiamo un’accurata analisi del modello da 82cm.

A differenza dello sniper, il carbon laser monta l’impugnatura d’angelo 2 realizzata in nylon e fibra di vetro con meccanismo in acciaio inox con carico max di 400kg. Nonostante l’importante capacità del grilletto, quest’ultimo resta comunque leggerissimo e facile da usare. L’impugnatura s’innesta in un fusto in carbonio con sezione da 30mm (esterna) che è dotato di guida asta integrale (sempre in carbonio) a differenza dello sniper che è equipaggiato invece con l’enclosed track.

 

   
       

La testata è molto simile invece a quella dello sniper roller. Conserva tutte le caratteristiche essenziali come la fessura blocca aletta dell’asta e le profonde scanalature che insieme ai gancetti rendono “pulito” ed ordinato il passaggio della sagola. Cambia ovviamente la forma dell’innesto da “ad osso di seppia” a cilindrico ed infine, vista l’assenza dell’enclosed track, la testata prevede delle piccole sporgenze triangolari che permettono di creare il ponticello di monofilo per bloccare l’asta nella sua posizione.

 

Di serie viene fornito con un’asta da 115cm di lunghezza e 7mm di diametro (per la misura 82cm) con punta sfaccettata ad alta penetrazione e 4 pinnette “shark fin” posizionate strategicamente su tutta la lunghezza. La prima si trova a 58cm dalla punta dell’asta ed ha principalmente lo scopo di facilitare il caricamento. La seconda si trova a 92cm mentre la terza e la quarta si trovano rispettivamente a 105cm e 110cm dalla punta dell’asta. Con queste misure è facile valutare quanto queste ultime due pinnette siano particolarmente arretrate, specialmente se si tiene in considerazione che la lunghezza fuori tutto dell’intero fucile è 122cm!

La propulsione è affidata ad un elastico roller da 16mm di diametro e 103cm di lunghezza del modello TNT (mescola nera e coestrusione sottile rossa) e ad un elastico circolare (il cosiddetto booster) da 14mm di diametro e 50cm di lunghezza, anch’esso del modello TNT. Entrambi sono forniti di ogiva in cordino.

Questo gioiellino che pesa solo 1393gr (allestimento completo senza mulinello), viene venduto sprovvisto di mulinello, ma suggeriamo l’acquisto di un modello verticale che ha ingombro ridotto e soprattutto un’ottima frizione che svolge veramente la sua funzione.

Lasciato in superficie il fucile affonda dolcemente in assetto perfettamente orizzontale (mulinello compreso) e questo fa comprendere come al di la dei tanti dettagli molto curati c’è una progettazione efficace. Il brandeggio è caratterizzato dall’incredibile leggerezza della struttura in carbonio. La fessura che blocca l’aletta dell’asta in testata funziona così bene che si potrebbe evitare di fare il ponticello con il monofilo per trattenere l’asta in posizione. La sola pecca è rappresentata ahimé dalle ogive in cordino. Purtroppo gli occhielli sono veramente molto piccoli e non è affatto facile sostituire l’ogiva ne in acqua ne all’asciutto. Appena ricevuto le prime modifiche, oltre all’allestimento della sagola e monofilo, sono per l’appunto state la sostituzione degli occhielli e delle ogive con altri piu agevoli e in dyneema e l’installazione della “maniglia” sull’ogiva dell’elastico roller per facilitare il caricamento senza doverlo frazionare staccando l’elastico dal gancio di pre-tensionamento inferiore.

  

   
     

 

 

 

 

 

 

Joomla visitor tracking and live stats