ASTE SIGALSUB NOVITA’ 2012

SEAWOLF, CARBONTEK, SPETTON E GIGAPRESS INSIEME PER L’INNOVAZIONE


Un flusso incessante d’idee e soluzioni, nuovi macchinari e nuovi materiali fanno della Sigalsub una realtà in costante movimento che come il mare, rimodella inesorabilmente il profilo di cio che la circonda. Tutti la conoscono come un’azienda che da tempo produce aste di qualità superiore ma non tutti sanno che dietro questi prodotti c’è un costante impegno nella ricerca e anche nel catalogo 2012 la casa piemontese presenterà nuove interessanti modifiche. Dal prossimo anno infatti, le aste con perni saranno tutte prodotte con un aggancio supplementare allo scopo di facilitare le operazioni di caricamento e rendere possibile il depotenziamento della propulsione in caso di tiri ravvicinati. Fino alla misura 120cm le aste avranno quindi 3 agganci posizionati a 65mm, 105mm e 180mm, mentre quelle piu lunghe ne avranno 4 posizionati a:65mm, 105mm, 180mm e 320mm. Inoltre i fori di alloggiamento dei perni saranno ciechi e non piu passanti (come in foto), in modo da diminuire la criticità di quei punti e garantire una maggiore resistenza complessiva alle sollecitazioni. Infine per la realizzazione delle alette verrà in seguito impiegato un nuovo “crudito” capace di garantire il 50% in più di resistenza! Il prossimo anno si apre con tante collaborazioni, alcune consolidate e altre nouvissime, tutte con prestigiose case produttrici di fama internazionale.


Le prime novità si chiamano Deep e Fast e sono il frutto del connubio con la ditta spagnola CARBONTEK che ha garantito un prodotto a marchio SIGAL di qualità assoluta! Si tratta di due modelli di pinne realizzate con la prestigiosa fibra di carbonio TORAYACA-T700 e T400, senza fori per il fissaggio, in modo da ottenere una maggiore resistenza complessiva ed abbinabili a qualsiasi scarpetta in commercio. Come il loro nome ben esprime, le due pinne sono destinate ad usi differenti. Le Deep, larghe 20cm e lunghe ben 83cm sono state disegnate per immersioni a maggiore profondità mentre le Fast, più reattive e con una superficie più larga (23cm e lunghe 76cm) sono state disegnate per fondali medio bassi. Le proprietà meccaniche di flessibilità e reattività di queste innovative pinne non hanno eguali ma è importante sottolineare l’aspetto della qualità, non solo dei materiali ma anche dei processi di lavorazione. Ogni prototipo è infatti testato con un apparecchio che riproduce il movimento della pinneggiata per più di 50.000 volte in un giorno, in modo da studiare il comportamento della pala ed assicurare fluidi e facili spostamenti in acqua


Grazie all’attiva e proficua collaborazione con la SEAWOLF SUB inoltre, la SIGAL presenta una fantastica testata roller che si occuperà di distribuire tuttavia ai soli rivenditori. Realizzata dalla casa pugliese, potrà essere utilizzata su qualsiasi fusto commerciale ad incastro tubolare femmina. E’ dotata di due o-ring per la tenuta stagna e si compone di due pulegge con quattro cuscinetti in materiale tecnico non metallico con passasagola integrato. Testata per essere adoperata con i famosi elastici brown reactive da 14mm e da 16mm ha un peso totale di gr. 99.


Tra gli accessori, in particolare evidenza il coltello Spetton-Shark, le cui dimensioni (23cm totali di cui 12 di lama) si contrappongono nettamente alla tendenza attuale dei pescasub verso i “mini”, ma che offrono innegabili vantaggi di utilizzo in molte situazioni, come quella della cattura di una grossa leccia o ricciolaIn seguito troviamo la torcia Spetton-Q5 che la Sigalsub ha migliorato in casa, dando seguito ai pareri degli utilizzatori, con delle modifiche all’interruttore volte a garantirne una maggiore tenuta stagna. Attenta alle innovazioni presenti sul mercato, la ditta piemontese, riconoscendo nel progetto della GigaPress un prodotto di qualità, ha imbastito con quest’ultima una collaborazione finalizzata alla distribuzione del Gigapress OLEO e del Gigapress ARBA


 Si tratta di due prodotti veramente ingegnosi e di facilissimo impiego disegnati per un caricamento progressivo e senza sforzi dei fucili olepneumatici e arbalete. Il modello ARBA per esempio, è di dimensioni e peso contenuto (solo 200gr) e si aggancia alle ogive (in metallo e in dyneema) permettendo tramite un “bloccante” di frazionare, durante il caricamento, la corsa degli elastici sull’asta come è visibile nel video.

Si riconfermano nel 2012 le collaborazioni già consolidate come quella con STC (che si è già impegnata nella compatibilità dei sistemi STC-GIGAPRESS) e con TOPSUB per la fornitura di mute in liscio e foderato


E’ infine con doveroso rispetto che si sottolinea l’idea di Simone Gallini, amico dello scomparso Giulio Campopiano, d’inserire in catalogo il meccanismo S&S della EBAN. L’iniziativa, possibile solo grazie ad una concessione della famiglia Campopiano, non ha fini commerciali ma è unicamente volta a mantenere vivo il ricordo di Giulio rendendo ancora fruibile almeno una parte del suo lavoro ed evitando che vada perduto.


Queste in sintesi le principali novità che la SigalSub presenterà nel 2012, ma altre seguiranno nel corso dell’anno e le potrete scoprire in esclusiva su NadirSpearfishing. Per ulteriori informazioni non esitate ad inviarci una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo." data-scaytid="1187">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Joomla visitor tracking and live stats