GFT CARBONIO 

TECNOLOGIA E PASSIONE

 

 

La fine dell’anno è da sempre un momento di bilanci e il 2012 è stato sicuramente caratterizzato da un successo  senza eguali per la casa brindisina GFT. Nonostante il mercato internazionale delle pinne in carbonio sia ricco di concorrenza, poiché costellato di piccoli e grandi artigiani più o meno qualificati, la GFT è riuscita a ritagliarsi uno spazio privilegiato grazie al connubio di qualità e passione di cui le AERO (ultime nate) sono decisamente l’espressione.

Ormai ogni pescasub che si rispetti conosce e apprezza questi prodotti e pertanto abbiamo chiesto a Tony di svelarci il segreto delle sue fantastiche pale. 

 

Innanzitutto è bene sottolineare che il processo di produzione tiene conto di parametri settoriali quali:

 

  • Studio dell’orientamento delle fibre;
  • Viscosità e percentuale della resina con certificazione rilasciata dal fornitore;
  • Flusso termico;
  • Cinetica del processo di cura con nostra specifica stabilita;

 

Successivamente l’introduzione di tecnologie innovative come la “Hot Forming” unita allo studio della stratificazione delle fibre di carbonio prepreg e all’orientamento delle tele (i compositi sono materiali anisotropi, cioè che hanno proprietà meccaniche differenti a seconda del loro orientamento), ha permesso la realizzazione di un prodotto caratterizzato da elevata resistenza a sollecitazioni (concentrate nel baricentro per contenere al massimo i momenti torcenti) e con un eccezionale ritorno elastico.

 

Il medesimo impegno applicato nella ricerca delle migliori proprietà meccaniche per il prodotto è stato applicato nella cura del design che sino ad oggi non ha mai visto la sovrapposizione di film o vernici sulle fibre. 

La filosofia GFT parte da un concetto molto semplice: ogni persona è differente e pertanto deve avere un prodotto fatto su misura. Oggi sono presenti in catalogo diversi modelli e prima di ogni singola vendita è prassi conoscere il cliente, attraverso l’acquisizione di informazioni come la corporatura, lo stato muscolare, le abitudini di pesca, ecc.

 

Ora è facile capire le ragioni del successo di questa giovane azienda italiana che l’hanno condotta in pochi anni ad avere distributori in: Italia, Spagna, Francia, Germania, Isole Canarie, Ukraina, Grecia, Usa, Giappone; Taiwan; Australia, Kuwait, Arabia Saudita, Egitto.

In anteprima, Tony ci anticipa che il 2013 sarà denso di novità dal punto di vista organizzativo e vedrà l’introduzione in catalogo di un nuovo paio di pinne!!! A presto con gli aggiornamenti!

 

Joomla visitor tracking and live stats